Castello di Postignano

WEEK END IN MUSICA A CASTELLO DI POSTIGNANO stars

Venerdì 23 e sabato 24 settembre appuntamento in Umbria

Castello di Postignano (PG), settembre 2022. La musica classica riecheggia nel borgo umbro di Castello d Postignano per il fine settimana del 23 e 24 settembre: protagonisti i musicisti de L’Ensemble Kinari e i violoncelli barocchi di Marc Vanscheeuwijck.

Il concerto in programma venerdì 23 nasce dalla collaborazione tra Castello di Postignano e l'Associazione di Promozione Sociale "Le dimore del quartetto", l’impresa culturale creativa che sostiene giovani quartetti d'archi professionisti e promuove il patrimonio culturale europeo di Dimore storiche, ma non solo: alla vigilia di un impegno artistico lontano da casa, i quartetti sono ospitati gratuitamente per qualche giorno in una Dimora aderente alla rete e ringraziano dell'ospitalità offrendo un concerto, in questo caso aperto al pubblico.

Ensemble Kinari è il nome del quartetto di derivazione giapponese (il termine descrive la colorazione del tessuto nel suo stato più naturale, originale e puro), che si esibirà a Castello di Postignano, con Azusa Onishi al violino, Mizuho Ueyama alla viola, Gianluca Pirisi al violoncello e Flavia Salemme al pianoforte. L’Ensemble ha alle spalle due anni di ricerca, rivolta soprattutto a quei “luoghi” della musica lasciati per motivi diversi in zone d’ombra, per riscoprirli per esplorarli e dar loro un nuovo colore. Il loro primo progetto riguarda la scoperta del repertorio cameristico del compositore siciliano Eliodoro Sollima e, grazie alla collaborazione di Giovanni Sollima, violoncellista e figlio del compositore, l’Ensemble Kinari ha selezionato 6 tra le opere più rappresentative della produzione cameristica del compositore siciliano, realizzando poi, nel 2021, la registrazione e pubblicazione di questa selezione musicale per l’etichetta olandese Brillant Classics. Fin dalla sua costituzione, nel 2019, l’Ensemble Kinari si è esibito in alcuni dei più importanti festival e teatri italiani.

Sabato 24 alle ore 18, poi, la Chiesa di SS. Annunziata nel cuore del borgo di Postignano diventa il palcoscenico di Marc Vanscheeuwijck con i suoi violoncelli barocchi per il concerto di musica classica “Primordi dell’arte del violoncello: da Napoli a Bach” con musiche di De Ruvo, Supriani, Vitali, Gabrielli, Dall’Abaco e Bach.

Marc Vanscheeuwijck è belga di nascita e americano di adozione con un’intensa attività di concertista in tutta Europa, Stati Uniti e Canada, suonando nei festival di musica antica più prestigiosi. Ha studiato musicologia, storia dell’arte, filologia romanza e pedagogia, ottenendo il dottorato di ricerca in musicologia presso l’Università di Gand e il diploma di violoncello presso il Conservatorio di Bruges. In seguito, si è specializzato in violoncello barocco con Wouter Möller a El Escorial (Spagna). Dopo otto anni di ricerca sulla musica sacra bolognese del tardo Seicento ha pubblicato una monografia The Cappella Musicale of San Petronio under Giovanni Paolo Colonna (1674-1695), Roma-Bruxelles. Dal 1995 vive negli Stati Uniti, dove è professore ordinario e titolare della cattedra di musicologia (Rinascimento, Barocco, periodo classico, prassi esecutiva della musica antica e violoncello barocco) all’Università dell’Oregon. Come violoncellista suona in vari complessi in Belgio (More Maiorum, Les Muffatti), Italia (La Venexiana), Austria (Chordae Freybergenses), Repubblica Ceca (Collegium Marianum) e Stati Uniti e Germania ed ha partecipato con alcuni di essi alla registrazione di una quindicina di dischi.

I concerti sono organizzati nell’ambito della rassegna culturale “Un Castello all’Orizzonte”, che vede susseguirsi autori ed artisti per appuntamenti letterari, mostre d’arte, concerti e non solo, in questo borgo medievale nel cuore dell’Umbria, tra i più belli d’Italia  e tra i protagonisti di “E’ L’Italia Bellezza” di RAI TV: Castello di Postignano è ora anche luogo di aggregazione culturale,  grazie agli eventi realizzati con il Patrocinio di Regione Umbria, Provincia di Perugia e Comune di Sellano.

Castello di Postignano è un antico borgo medievale, nel cuore dell’Umbria, in Valnerina, a pochi chilometri da Spoleto, tornato alla vita grazie ad un accurato e sapiente restauro, definito Esemplare dall’Unesco e dall’architetto americano Norman F. Carver Jr. “l’archetipo dei borghi collinari italiani” con le caratteristiche case-torri aggettanti l’una sull’altra.

Per ulteriori informazioni: Castello di Postignano www.castellodipostignano.it t. +39 0743 788911 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ufficio Stampa: IMAGINE Communication, www.imaginecommunication.eu

Lucilla De Luca, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell. 335.5839843 Giorgia Assensi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell.347.8951181

“BACIARSI” IN UMBRIA, CASTELLO DI POSTIGNANO, SABATO 17 SETTEMBRE, H.18, CHIESA DELLA SS ANNUNZIATA stars

Gli antropologi Elisabetta Moro e Marino Niola, autori del libro “Baciarsi”, con la presentazione del Prof. Pier Luigi Petrillo, Vice Presidente Commissione Mondiale UNESCO, insieme a Gabriella Ferrari Bravo e Gennaro Matacena, guideranno il pubblico alla scoperta della loro ultima opera, edita da Einaudi.

Al pubblico sarà offerta una intrigante e colta panoramica sul bacio, nei suoi molteplici significati, attraverso epoche, luoghi e culture. "Proprio mentre il bacio fa paura, come simbolo di un contatto che può essere un contagio, è venuto il momento di parlarne. Questo schiocco di labbra è un esempio costitutivo dell'ambiguità e al tempo stesso della necessità di quel corpo a corpo che è la base della sociabilità umana”. 

L’evento è programmato nell’ambito della rassegna culturale “Un Castello all’Orizzonte”, nel Castello di Postignano, antico borgo medievale, in Valnerina, tornato alla vita grazie a un accurato e sapiente restauro, definito Esemplare da Italia Nostra,  premiato dai Club Unesco Europa, e definito dall’architetto americano Norman F. Carver Jr. “l’archetipo dei borghi collinari italiani”.

 

Informazioni: Castello di Postignano www.castellodipostignano.it t. +39 0743 788911 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Con il Patrocinio di Regione Umbria, Provincia di Perugia e Comune di Sellano.

 

Elisabetta Moro è Professore Ordinario di Antropologia Culturale all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, dove insegna anche «Tradizioni alimentari del Mediterraneo» e «Culture e identità». È Co-Direttrice del Museo Virtuale della Dieta Mediterranea e del MedEatResearch (Centro di ricerche sociali sulla Dieta Mediterranea). Ha collaborato con Stanley Tucci al programma CNN «Searching for Italy» (Emmy Award 2021). Collabora con i principali quotidiani, canali televisivi e radiofonici italiani e svizzeri. Grazie a lei la scoperta della dieta mediterranea è diventata un topic mediatico di rilievo. È componente dell’Assemblea della Commissione Italiana Unesco. Tra i suoi libri: «I segreti della dieta mediterranea», «Andare per i luoghi della dieta mediterranea» e «Baciarsi» (scritti con M. Niola), «Sirene. La seduzione dall’antichità ad oggi».

Marino Niola è un antropologo della contemporaneità. Insegna Antropologia dei simboli, Miti e riti della gastronomia contemporanea all’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli. All’Università di Trieste, nel 1999, è stato tra i fondatori del primo Corso di Laurea italiano in Scienze e Tecniche dell'Interculturalità. È co-direttore del Museo Virtuale della Dieta Mediterranea e del MedEatResearch (Centro di Ricerche Sociali sulla Dieta Mediterranea). È editorialista del quotidiano La Repubblica. Sul settimanale «Il Venerdì» cura la rubrica «Miti d’oggi». Collabora con il settimanale francese Le Nouvel Observateur. Tra i suoi libri: «Homo dieteticus», «Hashtag. Cronache da un mondo connesso», «Miti d’oggi», «Diventare don Giovanni» e «Baciarsi» (scritto con E. Moro).

 

Pier Luigi Petrillo è professore ordinario di Diritto comparato all'Università Unitelma Sapienza di Roma dove dirige la Cattedra UNESCO sui patrimoni culturali immateriali. E' professore di Lobbying alla Luiss Guido Carli di Roma dove tiene anche il corso di Cultural Heritage. Presidente dell'Organo degli Esperti mondiali dell'UNESCO (primo italiano a ricoprire tale incarico) nonché del Comitato Tecnico Nazionale MAB UNESCO, Petrillo è stato l'autore delle candidature all'UNESCO de "La dieta mediterranea", "I paesaggi vitivinicoli delle Langhe-Roero e Monferrato" e del Prosecco di Conegliano e Valdobiaddene, di Pantelleria, delle Isole Eolie, delle tecniche dei muretti a secco, della transumanza, de Le Dolomiti. Già capo di gabinetto e capo dell'ufficio legislativo dei Ministri dell'Ambiente, della Cultura, delle Politiche Agricole, delle Politiche Europee, dell'Università e della Ricerca, Petrillo è autore di oltre 150 saggi in italiano, portoghese, francese, spagnolo, inglese e polacco. Editorialista del quotidiano "Domani", i suoi ultimi libri sono: "Teoria e tecniche del lobbying" (Il Mulino 2020) e "The legal protection of intangible cultural heritage" (Springer 2021). 

Gabriella Ferrari Bravo, psicologa

Gennaro Matacena, architetto

Ufficio Stampa: IMAGINE Communication, www.imaginecommunication.eu

Lucilla De Luca, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell. 335.5839843 Giorgia Assensi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell.347.8951181

CONCERTO CON PAROLE A CASTELLO DI POSTIGNANO stars

Beethoven, Debussy e Liszt al pianoforte di Sergio Lattes sabato 3 settembre in Umbria

Castello di Postignano (PG), agosto 2022. Settembre si inaugura con la musica di Sergio Lattes a Castello di Postignano e il suo “concerto con parole”: sabato 3 settembre alle ore 18 le note risuoneranno nella Chiesa SS. Annunziata per una magica serata nel borgo umbro.

Musiche di Beethoven, Debussy e Liszt per gli amanti della musica classica in una interpretazione unica del pianista Lattes che da Napoli, dove è nato, a Milano, dove vive da 50 anni, ha suonato in Italia e all’estero e insegnato nei Conservatori di Milano, Torino e Genova.

Sergio Lattes è stato il pianista dell’Orchestra Sinfonica di Milano della RAI e si è occupato intensamente di musica contemporanea, dedicandosi anche a progetti diversi per la città di Milano e alla divulgazione musicale in giro per l’Italia.

Ed è in questo ambito che sabato 3 settembre Castello di Postignano ospita il pianista per il suo concerto/conferenza “Musica Impura”, dedicato al paradosso del significato della musica, una disputa che dura da secoli e che vede da una parte i sostenitori della “musica pura”, quella che non ha altro significato che sé stessa, dall’altra i sostenitori della “musica a programma”, legata a un personaggio, a una leggenda, a un paesaggio.

Da aprile ad ottobre Castello di Postignano si trasforma in un luogo di aggregazione culturale con la rassegna “Un Castello all’orizzonte”, giunta quest’anno alla decima edizione, una serie di eventi ed iniziative, tutti aperti al pubblico a titolo gratuito, che spaziano dall’arte alla musica, dalla letteratura alla fotografia al cinema, grazie alla presenza di importanti autori italiani ed internazionali, realizzati con il Patrocinio di Regione Umbria, Provincia di Perugia e Comune di Sellano.

Castello di Postignano è un antico borgo medievale, nel cuore dell’Umbria, in Valnerina, a pochi chilometri da Spoleto, tornato alla vita grazie ad un accurato e sapiente restauro, definito Esemplare dall’Unesco.

Castello di Postignano è stato inserito tra i “Borghi più belli d’Italia”, definito dall’architetto americano Norman F. Carver Jr. “l’archetipo dei borghi collinari italiani” con le caratteristiche case-torri aggettanti l’una sull’altra.

 

Per ulteriori informazioni: Castello di Postignano www.castellodipostignano.it

t. +39 0743 788911 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Ufficio Stampa: IMAGINE Communication, www.imaginecommunication.eu

Lucilla De Luca, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.cell. 335.5839843

Giorgia Assensi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell.347.8951181

CABARET AL CASTELLO: concerto di musica contemporanea, sabato 13 agosto a Castello di Postignano (PG) stars

Castello di Postignano (PG), agosto 2022. È sabato 13 agosto alle ore 18.30 l’appuntamento per celebrare Ferragosto a Castello di Postignano, nel cuore dell’Umbria: la Chiesa SS. Annunziata del borgo medievale si trasforma nella magica scenografia per il concerto “Cabaret”, che vede esibirsi 5 poliedrici artisti.

La voce di Michela Musco insieme a quella di Scott Sontag che si esibirà anche al piano, il sax di Alessandro Musco, la chitarra di Elio Germani e il cajon di Riccardo Musco coinvolgeranno il pubblico in un percorso di musica contemporanea, tra pezzi tratti da film e commedie musicali, opera e musica leggere (ndr bio in fondo).

Le loro note risuoneranno nella chiesa riportata alla luce dal sapiente restauro che ha dato nuova vita a tutto il borgo di Postignano, con affreschi lungo l’intera parete absidale databili alla seconda metà del XVI secolo e attribuibili alla cerchia del De Magistris, detto “il Caldarola”. A seguito del sisma del 1997, la parete appena restaurata crollò e su un muro restrostante, più antico, apparve una Crocifissione di fine secolo XV.

Il concerto Cabaret è uno degli eventi della rassegna “Un Castello all’Orizzonte” che alterna musica, pittura, arte, fotografia, letteratura e cinema, trasformando il borgo da 10 anni in un luogo di aggregazione culturale, con appuntamenti diversi da aprile ad ottobre, aperti al pubblico a titolo gratuito.    

Castello di Postignano è l’antico borgo medievale, nel cuore dell’Umbria, in Valnerina, a pochi chilometri da Spoleto, tornato alla vita grazie ad un accurato restauro, definito Esemplare dall’Unesco; il borgo è stato inserito tra i “Borghi più belli d’Italia”, definito dall’architetto americano Norman F. Carver Jr. “l’archetipo dei borghi collinari italiani” con le caratteristiche case-torri aggettanti l’una sull’altra.

 

Per ulteriori informazioni: Castello di Postignano www.castellodipostignano.it

t. +39 0743 788911 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Ufficio Stampa: IMAGINE Communication, www.imaginecommunication.eu

Lucilla De Luca, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.cell. 335.5839843

Giorgia Assensi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell.347.8951181

 

BIOGRAFIE DEGLI ARTISTI

Michela Musco ha studiato pianoforte, sassofono e canto jazz (Jazz University e Umbria Jazz Clinics /Berklee College of Music) e in duo con il fratello Alessandro Musco, sassofonista, ha partecipato a diverse trasmissioni televisive. A Parigi dal 1994, dopo il cursus di canto lirico presso il conservatorio di Suresnes ottiene il diploma di Canto Lirico per poi ricevere il 2° Prix d’Excellence in Arte lirica al Concorso Internazionale Léopold Bellan. Tra i suoi spettacoli lirici, il ruolo di solista nella Fantasia in Do Maggiore L. Van Beethoven sotto la direzione del M ° Bruno Garlej, il ruolo del soprano nell'opera minimalista The Door di Tom Johnson, sotto la direzione del compositore, e il ruolo della Regina della Notte nel Flauto Magico di W.A. Mozart, a cura di Christiane Issarteel. Michela ha partecipato anche al “Monserrat Caballé” con la roch band Coverqueen, banda di onore ufficiale francese della regina. Ha partecipato a eventi come "Voci e Volti Nuovi Castrocaro", "Aosta Jazz Festival", Festival En Découvrance", "Grand Prix de la Chanson Française Yves Montand", "Les Mans Cité Chansons", "Musiqu'en fleur”, “Sacro Sono", “Natale in Abbazia", "Estate Spoletina", “Vocalises " e molti altri.

Originario della Louisiana centrale (USA), dove ha completato gli studi universitari (pianoforte, canto, francese), Scott Sontag vive a Parigi dal 1999, dirigendo due piccoli ensemble di canto e un coro gospel di 60 voci nella periferia parigina di Rueil -Malmaison. Suona e canta una volta alla settimana in un accogliente ristorante parigino (Le Louis), accompagna studenti di canto classico e diversi cori presso l'American School of Paris a St. Cloud. Scott dirige anche musical ogni primavera alla Marymount International School, Neuilly sur Seine. Il musicista trilingue, che canta con disinvoltura in 8 lingue, si diverte a condurre "Sing-along" durante tutto l'anno, sia in case private, che per varie ambasciate ed eventi di gruppi femminili internazionali. Due volte l'anno, accompagna i concerti del Rohrer Lied Ensemble, un coro tedesco con sede a Stoccarda-Rohr. Scott si è esibito per feste di matrimonio in Austria, Italia, Francia, Malesia, Marocco e ogni anno conduce workshop di musica gospel in Inghilterra (per il festival LOVE MARLOW), a Nyon, in Svizzera, e per 10 anni a Stoccarda-Rohr, in Germania.

Alessandro Musco ha iniziato a suonare il sax contralto da autodidatta, all’età di 16 anni. Successivamente si perfeziona con musicisti quali: Kenny Garrett, George Garzone, Gary Burton, Gianni Oddi, Maurizio Giammarco, Claudio Fasoli. Nel 1991 vince a Umbria Jazz una borsa di studio per il Berklee College of Music di Boston, nel 1992 il primo premio come solista al Gran Premio del Jazz di Aosta. Esegue un'intensa attività musicale in ambito jazzistico con varie formazioni e in ambito musica leggera-pop con la sorella Michela.

Elio Germani nasce e cresce a Parigi, in Francia. Inizia il suo percorso musicale studiando il sax alto al conservatorio di Suresnes ma, all'età di tredici anni, riceve in regalo dai genitori una chitarra elettrica e influenzato dall'esperienza musicale della madre e dai gusti musicali pop/rock del padre, questo strumento diventa fin da subito la sua più grande passione. Con uno spiccato interesse per le sonorità poco comuni e ricercate, Elio intraprende un percorso universitario in Music & Design, culminato con la Laurea, conseguita nel 2016. In questi anni, impara a comporre musica, principalmente per cortometraggi. Attualmente utilizza una chitarra "Strandberg". La sua forma particolare ed ergonomica, la liuteria moderna e i legni che la costituiscono permettono a chi la suona di ottenere sonorità uniche. Dal 2018 Elio e il Music & Sound Designer della società "Synnaxium Studio" e insegna chitarra presso due scuole di musica in regione Parigina.

Riccardo Musco nasce a Spoleto e trascorre la sua infanzia e adolescenza a Cerreto di Spoleto. La musica è da sempre per lui una grande passione. Approccia questo mondo suonando il pianoforte, sotto la guida della madre Alfredina De Vincenzi, per poi affiancare allo studio del pianoforte quello della batteria. Dopo qualche anno inizia a nutrire interesse per strumenti a percussione più esotici e ricercati, tra cui il Cajon, uno strumento di origine peruviana dalla particolare forma a scatola, generalmente suonato con le mani ma anche tramite l’utilizzo di spazzole. Riccardo è laureato in Ingegneria Gestionale alla Sapienza di Roma e attualmente frequenta la Laurea Magistrale in Management Engineering al Politecnico di Milano.

LUGLIO IN MUSICA A CASTELLO DI POSTIGNANO stars

Tra libri e concerti proseguono gli appuntamenti della rassegna “Un castello all’Orizzonte” nel borgo umbro

 

Castello di Postignano (PG), giugno 2022. Dall’incontro dedicato alla storia della canzone napoletana al concerto jazz, il mese di luglio vede protagonista la musica per la rassegna “Un castello all’Orizzonte”, in corso a Castello di Postignano (PG) in Umbria.

Sabato 2 luglio alle ore 18.30, Goffredo Fofi, giornalista, scrittore, critico teatrale, cinematografico e letterario e brillante firma de L'Internazionale, presenta Pasquale Scialò, compositore e musicologo napoletano, con cattedra di Pedagogia della musica al conservatorio “G. Martucci” di Salerno e di Musicologia e Storia della Musica all’università “Suor Orsola Benincasa” di Napoli. L'incontro, nella magica cornice della Chiesa SS. Annunziata, è dedicato al libro di Scialò "Storia della canzone napoletana: 1932-2003" di Neri Pozza editore, I Colibrì, 2021. 

Sabato 23 luglio alle 18.30 è la volta del jazz in classico con il concerto per chitarra classica e jazz piano trio, sempre nella Chiesa SS. Annunziata, con Sandro Lazzeri alla chitarra, Fiorella Rambotti al pianoforte, Mattia Pelosi al contrabbasso, Antonio Donadeo alla batteria. Musiche di C. Bolling (1930-2020).

Un’occasione per visitare il borgo di Castello di Postignano e le affascinanti mostre in corso: “Città e Atmosfere” di Patrice Warnant, “Artisti per Castello di Postignano”, “Italian Hilltown” di Norman Carver Jr. e “1900-1930 tra tradizione e avanguardia” di Gennaro Matacena Sr.

Da aprile ad ottobre Castello di Postignano si trasforma in un luogo di aggregazione culturale con la rassegna “Un Castello all’orizzonte”, giunta quest’anno alla decima edizione, una serie di eventi ed iniziative, tutti aperti al pubblico a titolo gratuito, che spaziano dall’arte alla musica, dalla letteratura alla fotografia al cinema, grazie alla presenza di importanti autori italiani ed internazionali.

Castello di Postignano è un antico borgo medievale, nel cuore dell’Umbria, in Valnerina, a pochi chilometri da Spoleto, tornato alla vita grazie a un accurato e sapiente restauro, qualificato come "esemplare" dall’Unesco.

Castello di Postignano è stato inserito tra i “Borghi più belli d’Italia” e definito dall’architetto americano Norman F. Carver Jr. “l’archetipo dei borghi collinari italiani” con le caratteristiche case-torri aggettanti l’una sull’altra. Le mostre, realizzate con il Patrocinio di Regione Umbria, Provincia di Perugia e Comune di Sellano, sono aperte al pubblico dalle ore 10 alle ore 22 e tutti gli eventi sono a titolo gratuito.  

Per ulteriori informazioni: Castello di Postignano www.castellodipostignano.it

t. +39 0743 788911 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Ufficio Stampa: IMAGINE Communication, www.imaginecommunication.eu

Lucilla De Luca, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell. 335.5839843

Giorgia Assensi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell.347.8951181

GIUGNO AL CASTELLO stars

Dalla fotografia alla musica fino al disegno nel cuore dell’Umbria. Appuntamento a Castello di Postignano (PG) scenografia naturale di eventi aperti al pubblico per la rassegna “Un Castello all’Orizzonte”.

Castello di Postignano (PG), maggio 2022. La mostra fotografica dedicata ai racconti africani di Pietro del Re, il concerto di musica classica del duo Souvenir mandolino e chitarra tra Ottocento e Novecento, la masterclass di disegno tenuta da Michèle Delisle direttamente dal Canada: questi i principali appuntamenti che vedono protagonista il borgo di Castello di Postignano nel cuore dell’Umbria, nel corso del mese di giugno per la rassegna “Un Castello all’Orizzonte”.

Sabato 11 giugno alle ore 18.30 Pasquale Testa e Matteo Scaramella presentano “Un po’ più a sud” di Pietro del Re, la mostra fotografica che si articola all’interno del borgo nell’appartamento Sabbioneta, aperta al pubblico fino al 30 ottobre: si tratta di racconti africani dell’inviato degli esteri di Repubblica, immagini e brevi racconti dedicati a luoghi e persone del continente Nero, che parlano direttamente al cuore dello spettatore. Un’esperienza vissuta in 13 paesi africani che il reporter Pietro del Re ha raccolto in “appunti fotografici” con la sua Leica, un viaggio tra fotografie e parole che fermano una storia, già esposta ad Amsterdam, Milano, Roma e a Castello di Postignano e raccolta nel catalogo realizzato da Iod edizioni, con prefazione di Lucio Caracciolo e introduzione di Denis Curti.

Sabato 18 giugno alle 18.30 la Chiesa SS. Annunziata ospita il concerto di musica classica “Mandolino e Chitarra tra Ottocento e Novecento” eseguito dal duo Souvenir, con Carla Senese al mandolino e Riccardo del Prete alla chitarra. Il duo, nato proprio per valorizzare la formazione cameristica con un repertorio originale, ha al suo attivo numerosi concerti e premi prestigiosi di livello internazionale e, dalle rassegne concertistiche di tutto il mondo, trova ora a Postignano la scenografia naturale per una serata d’atmosfera con musiche che spaziano da Niccolò Paganini ad Astor Piazzolla, da Luis Bacalov a Ennio Morricone, fino alla canzone partenopea e non solo.

Il mese di giugno si conclude con la Masterclass di Disegno, che prende il via mercoledì 29 giugno per concludersi domenica 4 luglio, grazie alla maestria di Michèle Delisle, della Concordia University in Canada: gli amanti di questa forma d’arte possono registrarsi direttamente sul sito italieartculturesaveurs.weebly.com

Nel mese di giugno, poi, è sempre possibile visitare la mostra di disegni “Città e Atmosfere” di Patrice Warnant, aperta fino al 4 ottobre, insieme alle mostre permanenti: “Artisti per Castello di Postignano” di arte contemporanea, la fotografia di Norman Carver Jr dedicata ai borghi collinari italiani e la mostra fotografica “1900-1930 tra tradizione e avanguardia” di Gennaro Matacena Sr.

Da aprile ad ottobre Castello di Postignano si trasforma in un luogo di aggregazione culturale con la rassegna “Un Castello all’orizzonte”, giunta quest’anno alla decima edizione, una serie di eventi ed iniziative, tutti aperti al pubblico a titolo gratuito, che spaziano dall’arte alla musica, dalla letteratura alla fotografia al cinema, grazie alla presenza di importanti autori italiani ed internazionali.

Castello di Postignano è un antico borgo medievale, nel cuore dell’Umbria, in Valnerina, a pochi chilometri da Spoleto, tornato alla vita grazie ad un accurato e sapiente restauro, definito Esemplare dall’Unesco.

Castello di Postignano è stato inserito tra i “Borghi più belli d’Italia”, definito dall’architetto americano Norman F. Carver Jr. “l’archetipo dei borghi collinari italiani” con le caratteristiche case-torri aggettanti l’una sull’altra. Le mostre, realizzate con il Patrocinio di Regione Umbria, Provincia di Perugia e Comune di Sellano, sono aperte al pubblico dalle ore 10 alle ore 22 e tutti gli eventi sono a titolo gratuito.  

 

Per ulteriori informazioni: Castello di Postignano www.castellodipostignano.it

t. +39 0743 788911 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Ufficio Stampa: IMAGINE Communication, www.imaginecommunication.eu

Lucilla De Luca, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.cell. 335.5839843

Giorgia Assensi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell.347.8951181

“VOICE OF GOLD, VOICE OF GOD” A Castello di Postignano (PG) il docufilm su Caruso, sabato 7 maggio h 18. stars

Castello di Postignano (PG), maggio 2022. Enrico Caruso protagonista a Castello di Postignano: sabato 7 maggio alle ore 18 la Chiesa SS. Annunziata, nel borgo medievale nel cuore della Valnerina, ospita il docufilm dedicato al più grande tenore di tutti i tempi, “Voice of Gold, Voice of God”, di Laura Valente con testi di Enzo D’Errico recitati da Cristina Donadio.

Un poetico racconto dedicato al tenore lirico osannato nei più importanti teatri del mondo, da ascoltare in un luogo magico come Postignano: da Buenos Aires a Londra, da Parigi a Milano e oltre la sua voce e il suo timbro particolari lo rendono protagonista innovativo e superlativo della musica lirica, continuando ancora oggi ad emozionare.

Sul suo personaggio abbondano anche leggende, che rivivono in questo documentario frutto di un lungo lavoro di ricerca tra Italia e Stati Uniti, dal quale emerge anche il suo animo sensibile e generoso.

La proiezione, aperta al pubblico fino ad esaurimento posti, trova nella magia della chiesa la sua scenografia naturale, un luogo affascinante che nel corso dell’estate vede susseguirsi eventi ed incontri culturali per la decima edizione della rassegna “Un Castello all’Orizzonte”, realizzata con il Patrocinio di Regione Umbria, Provincia di Perugia e Comune di Sellano. Un’occasione per scoprire Castello di Postignano, nel comune di Sellano (PG), il borgo medievale nel cuore della Valnerina in Umbria, a pochi chilometri da Spoleto, tornato a nuova vita grazie al Restauro Esemplare, come definito da Italia Nostra, per il quale il Club Unesco Europa ha rilasciato l’Attestato di Merito per la salvaguardia e tutela del paesaggio e dell’ambiente.  Castello di Postignano è stato inserito tra i “Borghi più belli d’Italia”, definito dall’architetto americano Norman F. Carver Jr. “l’archetipo dei borghi collinari italiani” con le caratteristiche case-torri aggettanti l’una sull’altra.

Il documentario vede la firma di Laura Valente che si è formata tra Milano, Londra, New York: una formazione che al liceo Classico aggiunge due lauree in Musicologia e Comunicazione e Gestione delle Imprese Culturali. Su una linea parallela, studi di danza e pianoforte. La sua carriera comincia e si consolida nei Teatri alla Scala di Milano e San Carlo di Napoli. Fa parte del CID UNESCO “per le innovative direzioni artistiche” di importanti festival. Scrive per le maggiori testate nazionali e internazionali (da Repubblica al Corriere della Sera e Opera International). Per la guida del Museo Madre (2018-2021) “Artribune” la nomina “Migliore Presidente” e il Corriere della Sera la include tra le cento donne del 2020 per il “suo modo inclusivo di fare cultura”. È Consigliera del Ministro della Cultura e insegna “Performing Arts” alla IULM di Milano.

La co-sceneggiatura è di Enzo d’Errico, napoletano, direttore del Corriere del Mezzogiorno (Campania, Puglia e Sicilia) dal giugno 2015.  Nel 1977 entra nella redazione napoletana di Paese Sera, collaborando poi con la Repubblica, il Secolo XIX, il Messaggero. Nel 1989 viene assunto al Corriere della Sera, dove è stato per vent’anni inviato nel Mezzogiorno su tutti i grandi temi politici, di cronaca e giudiziari. Nel 1997 partecipa alla fondazione del Corriere del Mezzogiorno. Nel 2007 si trasferisce a Milano per lavorare per tre anni all’ufficio centrale del Corriere della Sera, coordinando, tra l’altro, i dorsi locali.  Tra le tante pubblicazioni, cura per Mondadori "Così perdiamo il Nord: come la politica sta tradendo una parte del nostro paese / Riccardo Illy" (2008) e "11.9, il giorno che ha cambiato il mondo" per Corriere della Sera (2011).

I testi sono recitati da Cristina Donadio, uno dei volti più intensi che hanno attraversato il cinema italiano d'autore in questi anni. A soli diciotto anni, debuttò al cinema in Il regno di Napoli di Schroeter. Si è sempre divisa tra cinema e teatro, ha raggiunto la notorietà nel 1993 interpretando Carmela, nel secondo episodio di Libera di Pappi Corsicato. Nella sua poliedrica  carriera è stata diretta da Liliana CavaniPasquale Squitieri; ha recitato al fianco di Sergio Castellitto, Claudia Cardinale, Fabrizio Bentivoglio, a teatro è diventata la musa di Enzo Moscato. Nel 2012 torna sul grande schermo con L'era legale, diretta da Enrico Caria, ma è con la seconda stagione di Gomorra - La serie (2016) che si fa notare dal grande pubblico nel ruolo di Scianel. Nel 2017 ritorna al cinema: La parrucchiera di Stefano Incerti e Effetto Domino di Fabio Massa, Il vizio della speranza di Edoardo, De Angelis (2018), Con tutto il cuore di Vincenzo Salemme, A Classic Horror Story (2021).

 

Per ulteriori informazioni: Castello di Postignano www.castellodipostignano.it

t. +39 0743 788911 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Ufficio Stampa: IMAGINE Communication, www.imaginecommunication.eu

Lucilla De Luca, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell. 335.5839843

Giorgia Assensi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell.347.8951181

 

SABATO 30 APRILE VERNISSAGE A CASTELLO DI POSTIGNANO stars

Sabato 30 aprile alle ore 18.00, Castello di Postignano (PG) ospita il secondo appuntamento della rassegna “Un Castello all’Orizzonte”. Si tratta della mostra di disegni “Città e atmosfere” di Patrice Warnant - Traces d’espaces, che sarà aperta al pubblico fino al 4 ottobre 2022.

Architetto e urbanista, vive e lavora a Nevers (Bourgogne, Francia), ABW WARNANT studi di architetti (Nevers e Parigi). Architettura, urbanistica, progettazione dello spazio, scenografia. Sito Web: abwwarnant.blogspot.com

Ha costruito molti edifici pubblici (musei, municipi, scuole, ospedali, ecc.) e privati (case private, negozi, ecc.), ha partecipato a concorsi internazionali (Parigi Arche Défense, Genova Piazza Dante, Bucarest 2000, Waterfront Center USA ...) ha lavorato come scenografo di palcoscenico e mostre, ha insegnato in diverse scuole superiori nazionali (Belle Arti, Arti Applicate) ed è architetto-consulente (MIQCP).

TRACCE DI SPAZI- Posture di viaggio: fermati, mettiti da parte, guarda, disegna, da solo, alzarsi per catturare lo spazio in pochi momenti furtivi, capirlo, sentirlo, traducilo con qualche traccia di matita su carta. Identifica i vuoti come luoghi e rifugi per la vita in tutta la sua diversità.

La rassegna prosegue poi il 7 maggio con il docufilm su Caruso (vedi programma allegato).

Le mostre, realizzate con il Patrocinio di Regione Umbria, Provincia di Perugia e Comune di Sellano, sono aperte al pubblico dalle ore 10 alle ore 22 e tutti gli eventi sono a titolo gratuito. Un’occasione per scoprire Castello di Postignano, nel comune di Sellano (PG), il borgo medievale nel cuore della Valnerina in Umbria, a pochi chilometri da Spoleto, tornato a nuova vita grazie al Restauro Esemplare, come definito da Italia Nostra, per il quale il Club Unesco Europa ha rilasciato l’Attestato di Merito per la ssalvaguardia e tutela del paesaggio e dell’ambiente.  Castello di Postignano è stato inserito tra i “Borghi più belli d’Italia”, definito dall’architetto americano Norman F. Carver Jr. “l’archetipo dei borghi collinari italiani” con le caratteristiche case-torri aggettanti l’una sull’altra

 

Per ulteriori informazioni: Castello di Postignano www.castellodipostignano.it

t. +39 0743 788911 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Ufficio Stampa: IMAGINE Communication, www.imaginecommunication.eu

Lucilla De Luca, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.cell. 335.5839843

Giorgia Assensi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell.347.8951181

“UN CASTELLO ALL’ORIZZONTE 2022”, rassegna culturale nel cuore dell’Umbria, aprile-ottobre 2022 stars

Cultura, musica, arte e buona tavola nel cuore dell’Umbria, Castello di Postignano, aprile-ottobre 2022

Roma, aprile 2022. Un antico borgo medievale, tornato alla vita grazie ad un accurato e sapiente restauro, una destinazione nel cuore dell’Umbria diventata luogo di incontro e scambio culturale, con artisti provenienti da ogni dove: Castello di Postignano, in Valnerina, a pochi chilometri da Spoleto, dà il via alla stagione 2022 con la decima edizione della rassegna culturale “Un Castello all’Orizzonte”.

Da aprile ad ottobre, Castello di Postignano (PG) con le sue architetture suggestive diventa, così, scenografia naturale per mostre d’arte, concerti dal vivo, incontri culturali, proiezioni cinematografiche e cucina gourmet.

Si inizia sabato 23 aprile con “La Metamorfosi dell’anima” mostra antologica di opere realizzate da Renzo Scopa, che verrà presentata dal curatore Gualtiero De Santi alle ore 18 e sarà aperta al pubblico fino al 4 giugno, per proseguire sabato 30 aprile con “Città e atmosfere”, mostra di disegni di Patrice Warrant, in esposizione fino al 4 ottobre.

Un ricco programma che va dalle opere realizzate da Renzo Scopa ai racconti africani di Pietro del Re; dai croquis de voyage di Patrice Warnant alla  musica contemporanea con il gruppo di Michela Musco; dal repertorio classico con il duo di chitarra, Riccardo Del Prete, e mandolino, Carla Senese ai violoncelli barocchi di Marc Vanscheeuwijck; dalle conversazioni e musica con il pianoforte di Sergio Lattes alla presentazione del libro ‘Baciarsi’ di Elisabetta Moro e Marino Niola;  dalla proiezione del docufilm di Laura Valente su Caruso alla masterclass di pittura condotto da Michèle Delisle;  dal concerto jazz in classico di Fiorella Rambotti, pianoforte, Sandro Lazzeri, chitarra, Antonio Donadeo, batteria, Davide Padella, contrabbasso alla presentazione del libro Storia della canzone Napoletana 1932-2003: 1932-2003 - volume II di Pasquale Scialò.

A questi appuntamenti si aggiungono, le mostre permanenti: Artisti per Castello di Postignano; Italian Hilltowns, foto di Norman Carver Jr.; 1900-1930, Tra Tradizione e Avanguardia, foto di Gennaro Matacena Sr.

Questa decima edizione di “Un Castello all’Orizzonte” segna il passaggio verso una fase importante per Castello di Postignano: il completamento del restauro e del recupero del borgo, il miglioramento costante di strutture e servizi e la prossima apertura della Tavola Rossa, ristorante gourmet dello chef Vincenzo Guarino, che interpreta la cucina in modo conviviale, non convenzionale, arrivato in Umbria dopo i suoi successi stellati per creare uno chef’s table di grande suggestione che si trasforma in luogo affascinante per corsi di cucina amatoriale e professionale.

 Le mostre, realizzate con il Patrocinio di Regione Umbria, Provincia di Perugia e Comune di Sellano, sono aperte al pubblico dalle ore 10 alle ore 22 e tutti gli eventi sono a titolo gratuito. Un’occasione per scoprire Castello di Postignano, nel comune di Sellano (PG), il borgo medievale nel cuore della Valnerina in Umbria, a pochi chilometri da Spoleto, tornato a nuova vita grazie al Restauro Esemplare, come definito da Italia Nostra, per il quale il Club Unesco Europa ha rilasciato l’Attestato di Merito per la salvaguardia e tutela del paesaggio e dell’ambiente.  Castello di Postignano è stato inserito tra i “Borghi più belli d’Italia”, definito dall’architetto americano Norman F. Carver Jr. “l’archetipo dei borghi collinari italiani” con le caratteristiche case-torri aggettanti l’una sull’altra.

 

Per ulteriori informazioni: Castello di Postignano www.castellodipostignano.it

t. +39 0743 788911 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Ufficio Stampa: IMAGINE Communication, www.imaginecommunication.eu

Lucilla De Luca, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.cell. 335.5839843

Giorgia Assensi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell.347.8951181

 

A CASTELLO DI POSTIGNANO È DI SCENA LA GUBBIO STORICA IN UN LIBRO DI ESPERTI AUTORI SABATO 16 OTTOBRE LA PRESENTAZIONE DAL VIVO stars

L’appuntamento si colloca nell’ambito della rassegna artistica “Un Castello all’Orizzonte”

Perugia, ottobre 2021. Appuntamento sabato 16 ottobre, ore 17.30, nella Chiesa SS. Annunziata del Borgo Castello di Postignano (Sellano, PG) con la presentazione del libro “Leggere la città. Artefici e magisteri nella costruzione della Gubbio storica”, edito da L’Arte Grafica (2019).

Giuseppe Allegrucci, Presidente dell’Università dei Muratori e Scalpellini di Gubbio, Luigi Fressoia, presidente di Italia Nostra Perugia, Marco Marchetti, coordinatore dell’opera, nonché Avvocato con studio in Gubbio e Perugia, esperto in sistemi di governo del territorio, edilizia, urbanistica, diritto amministrativo e ambientale illustrano dal vivo l’opera al pubblico insieme agli architetti Marco Petrini Elce, Presidente dell’Ordine di Perugia, Paolo Ghirelli, Leonardo Clementi.

Un libro che si sviluppa in diversi capitoli a cura di autori che hanno riportato le loro esperienze di progetto e tecniche di recupero di edifici storici a Gubbio: “Storie di uomini, di regole e di pietre” a cura di Marco Marchetti; “L’immagine e la materia della città” a cura di Paolo Ghirelli e Arianna Panfili; “Leggere il costruito nel tempo, per strada” a cura di Leonardo Clementi; “I palazzi del potere tra storia e conservazione: Palazzo dei Consoli, Palazzo Pretorio e Palazzo Ducale” a cura di Spartaco Capannelli, Guglielmo Beneduce e Luca Bartolini; “Casi di studio: la Chiesa di San Giuseppe dei Falegnami e il primo Palazzo Accoramboni o Accoromboni” a cura di Augusto Solano; “Tra memoria e futuro” a cura di Marco Petrini Elce; “I pilastri di San Francesco: un miracolo di architettura medievale” a cura di Teodolo Manganelli; “Arte muraria” a cura di Federico Ragni e Fausto Marionni; “Gubbio e il progetto Europeo HERACLES” a cura di Giuseppina Padeletti.

L’incontro conclude, per questa stagione, il calendario della rassegna artistica “Un Castello all’Orizzonte” che si svolge ogni anno nel borgo di Castello di Postignano. (https://youtu.be/Sf2tvqMT8q0)

 Restano aperte al pubblico le mostre permanenti di arte contemporanea che artisti diversi hanno dedicato a Castello di Postignano e le mostre fotografiche di Norman Carver jr e Gennaro Matacena sr insieme alle mostre in corso fino a gennaio 2022 “Dipingere Movimento: La pittura di Dario Fo” e “Lo sguardo obliquo” di Luciano Romano. Le mostre, realizzate con il Patrocinio di Regione Umbria, Provincia di Perugia e Comune di Sellano, sono aperte al pubblico dalle ore 10 alle ore 22 e tutti gli eventi sono a titolo gratuito secondo le modalità di sicurezza previste dalla normativa vigente.

 

Per ulteriori informazioni: Castello di Postignanowww.castellodipostignano.it

t. +39 0743 788911 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Ufficio Stampa: IMAGINE Communication, www.imaginecommunication.eu

Lucilla De Luca, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell. 335.5839843

Giorgia Assensi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell.347.8951181

 

Fotografie in alta risoluzione: https://www.dropbox.com/s/5oj64uayctilplb/castello2021_locandine_R2x.pdf?dl=0

https://www.dropbox.com/sh/nfpn2pinpuwgo2g/AAAYQ7TsZTmeZZKOJZZJcBdga?dl=0

https://www.dropbox.com/sh/iyqkmgy66jjuyw6/AAC6qQVGNqtUELNPK4lQde7na?dl=0

Subscribe to this RSS feed